Festival Francescano 10a edizione

Settore in cui opera l'ente
Educazione, istruzione e formazione
Città in cui opera l'ente
Bologna
Tipologia ente

Associazione culturale

Social

IL PROGETTO

È un’iniziativa che attualizza il messaggio universale di san Francesco d’Assisi, utilizzando il format tipico del festival culturale.
Nata nel 2009 con una formula itinerante (ha attraversato le città di Reggio Emilia e di Rimini), da quattro anni la manifestazione si è fermata nel capoluogo emiliano-romagnolo.
Gli enti e le istituzioni bolognesi, tra cui la Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna, infatti, hanno accolto con entusiasmo il Festival, apprezzandone le caratteristiche di apertura al confronto pubblico.

Festival Francescano

Festival Francescano


L'IMPATTO DEL PROGETTO

«Teatro, arte, musica e danza. Se aiuti l’umanità ad esprimersi arrivi a Dio».  Per fare una valutazione generale sull’impatto del Festival, partiamo da questo commento: uno dei tanti arrivati dall’indagine sulla soddisfazione del pubblico che abbiamo effettuato tramite somministrazione di questionari durante le tre giornate di svolgimento dell’edizione 2018.
A scuola, la prima poesia che conosciamo nella nostra lingua, l’italiano, è il Cantico delle Creature, di san Francesco. Il Santo Patrono d’Italia utilizzava linguaggi che noi definiremmo artistici per “arrivare” più direttamente all’uomo, e a Dio. Pensiamo per esempio all’invenzione del Presepe, ad opera del Santo, e capiamo quanto la rappresentazione fosse un suo modo congeniale per parlare anche ai più distanti e analfabeti.
Dopo molti secoli, anche il pubblico di Festival Francescano comprende che la circolazione del pensiero, sotto ogni forma d’espressione, sia un antidoto contro atti di chiusura e di violenza, una via per nutrire il nostro lato più spirituale.
Alcuni dati quantitativi: il 63% del campione sottoposto a questionari afferma di aver partecipato a più edizioni della manifestazione (dalle 2 alle 5 volte). Apprezzata soprattutto la proposta culturale e di spiritualità (il 26,3% risponde che gli piace incontrare frati e suore).

TESTIMONIANZE DEI BENEFICIARI