Il restauro del pozzo del Castello

IL PROGETTO

I visitatori e gli spettatori dei numerosi eventi che si tengono al Castello di Bentivoglio entrando nel vasto e luminoso cortile, finalmente, avranno modo di riscoprire in tutta la sua bellezza il pozzo rinascimentale ispirato alla cultura della Serenissima Repubblica di Venezia, con l’uso del calcare istriano e fattezze comuni alle vere da pozzo. Si è concluso, infatti, nel mese di luglio 2021, il lavoro di restauro del pozzo rinascimentale posto all’interno del cortile della Domus Iocunditatis (la Casa della Gioia).
Si è trattato di un intervento di restauro conservativo del manufatto lapideo che ha permesso di riportarlo all’antico splendore; dopo la pulizia infatti sono ancora più evidenti le simbologie araldiche dei Bentivoglio e delle signorie degli Sforza, dei Visconti e degli Estensi. I lavori di restauro sono stati accompagnati da una serie di attività volte alla valorizzazione del pozzo e alla promozione e divulgazione delle attività portate a termine. Scopo la conoscenza della storia del manufatto, del suo evolversi nel corso della storia e del contesto in cui è inserito. In particolare sono state realizzate, durante il mese di ottobre, alcune didattiche rivolte alla famiglie, mentre a novembre le scuole del territorio hanno risposto positivamente all’invito del Comune a partecipare alle visite guidate per loro ideate. A conclusione di questo percorso di valorizzazione, realizzato in parte grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna tramite il bando “Riscopriamo la città 2020”, è stato presentato un video documentario realizzato durante i lavori.

L'IMPATTO DEL PROGETTO

Grazie al restauro, il cortile sarà pienamente usufruibile dai visitatori, e con questa operazione va a segno il primo obiettivo di un processo che porterà a vari interventi sul complesso del Castello, in modo da renderlo interamente godibile nel suo misterioso incantevole fascino.

TESTIMONIANZE DEI BENEFICIARI