La Taverna del Castoro: un TRIS di bontà!

Settore in cui opera l'ente
Educazione, istruzione e formazione
Città in cui opera l'ente
Zola Predosa
Bologna
Casalecchio di Reno
Anzola dell'Emilia
Tipologia ente

Cooperativa Sociale di tipo A+B

Social

IL PROGETTO

Il progetto ha riguardato la ristrutturazione dei locali dedicati alle attività del ristorante solidale "La Taverna del Castoro" della cooperativa sociale CIM. Il ristorante, coerentemente con gli scopi sociali della cooperativa, offre opportunità occupazionali e formative a persone con disabilità e/o svantaggiate. I lavori di ammodernamento hanno consentito di potenziare l'offerta formativa e lavorativa, oltre che abbattere le barriere architettoniche. Se l'ampliamneto della cucina offre la possibilità di un contesto lavorativo più agevole, la razionalizzazione degli sapzi consente di ospitare un maggior numero di clienti, in risposta alla crescente richiesta.

CIM è impeganta dal 1988 nella promozione umana, sociale e culturale di persone fragili. Lo strumento principale per raggiungere tale obiettivo è il lavoro, grazie al quale le persone acquisiscono un proprio status sociale, attraverso il quale cresce la consapevolezza della propria dignità, unicità, importanza.

- Remo Sirignano

L'IMPATTO DEL PROGETTO

Oggi il ristorante, grazie alla ristrutturazione, è in grado di offrire 14 percorsi di educazione al lavoro (contro i 7 precedenti) e 90 coperti vs i 32 precedenti. In termini di offerta lavorativa, il progetto ha consentito di assumere 1 nuovo giovane lavoratore a dicembre 2021, cui si aggiungerà una nuova lavoratrice a luglio 2022. Grazie all'ascensore installato nella casa colonica che ospita il ristorante, anche le persone con ridotta mobilità possono accedere alle sale del piano superiore.

TESTIMONIANZE DEI BENEFICIARI