Sviluppo e applicazione delle tecniche di citogenetica classica e molecolare per diagnosi, prognosi e monitoraggio delle neoplasie pediatriche

Settore in cui opera l'ente
Volontariato, filantropia e beneficenza
Città in cui opera l'ente
Bologna
Tipologia ente

Associazione di volontariato

Social

IL PROGETTO

Il contributo erogato dalla Fondazione CARISBO nell'ambito del “Bando ricerca medica traslazionale e clinica 2019”, ha consentito la messa a punto della tecnica Q-FISH e la sua applicazione per lo studio dell’accorciamento telomerico nelle leucemie e nelle sindromi pre-leucemiche e mielodisplastiche. Di significativa importanza, nell’ambito delle sindromi pre-leucemiche, la lunghezza dei telomeri potrebbe infatti predire la prognosi e l’evoluzione della malattia. Ciò rappresenta un valido marker prognostico in grado di guidare il clinico nelle scelte terapeutiche, nonché nel monitoraggio dell’evoluzione della malattia nel tempo. Una parte del progetto ha poi approfondito i meccanismi che causano le alterazioni genetiche tumorali con lo scopo di individuare nuove terapie.

_

- Dott. Serravalle

L'IMPATTO DEL PROGETTO

Il prezioso supporto alla ricerca condotta dal Dott. Serravalle ha consolidato un nuovo approccio nella diagnostica e nel monitoraggio delle malattie neoplastiche pediatriche, in particolare nei seguenti ambiti di intervento: 1.Analisi di citogenetica classica e citogenetica molecolare mediante FISH e M-FISH su tutti i pazienti pediatrici affetti da malattie oncologiche e da sindromi pre-leucemiche e mielodisplastiche. 2. Messa a punto della tecnica Q-FISH e contestuale studio dell’accorciamento telomerico nelle leucemie e nelle sindromi mielodisplastiche a scopo di ricerca e soprattutto diagnostico. 3. Analisi mediante Q-FISH di tutti i pazienti affetti da leucemia, sindromi pre-leucemiche e mielodisplastiche che si sono rivolti al Policlinico di Sant’Orsola – Azienda Ospedaliero Universitaria di Bologna – Oncologia ed Ematologia Pediatrica “Lalla Seràgnoli”.

TESTIMONIANZE DEI BENEFICIARI